Richmond Hill: No grazie, la risposta dei consiglieri di Richmond al negozio di marijuana locale

Richmond Hill: No grazie, la risposta dei consiglieri di Richmond al negozio di marijuana locale

No grazie.” Questa è stata la risposta di lunedì sera dai consiglieri locali di  Richmond Hill dove dovrebbe essere una delle prime città ospitanti per le vendite di marijuana ricreative. La città di Richmond Hill ha ricevuto una lettera del 28 novembre dal Ministero delle Finanze che annunciava che un negozio di cannabis potrebbe arrivare in città nel luglio 2018. “Non siamo interessati”, ha detto il sindaco Dave Barrow . Barrow ha presentato una mozione che, se avesse dato l’approvazione finale lunedì, avrebbe detto al governo provinciale che Richmond Hill non è un ospite disponibile per la vendita al dettaglio di cannabis nella comunità. La mozione è stata approvata all’unanimità dai consiglieri del comitato del 4 dicembre. La provincia intende aprire 40 negozi  entro luglio 2018, altri 80 entro luglio 2019 e 150 entro il 2020. Il mese scorso, l’Ontario ha nominato 14 città per avere i primi negozi di marijuana ricreativi gestiti da LCBO. Vaughan è il primo ad essere identificato nella regione di York e non ha espresso un’opinione ufficiale; invece ha creato un gruppo di lavoro sulla cannabis interdipartimentale. Le conversazioni con i comuni aggiuntivi si stanno tenendo in questi giorni , ha detto il portavoce del ministero Scott Blodgett. “La LCBO pubblicherà un elenco di quei comuni aggiuntivi una volta completato l’impegno iniziale”. I consiglieri della collina di Richmond reagirono rapidamente alle aperture della provincia. Il consigliere di Richmond Hill Coun Castro Liu ha detto di aver condotto un sondaggio online della sua comunità e di aver ricevuto oltre 11.000 risposte in quattro giorni – il 90 per cento ha dichiarato di non volere un punto vendita a Richmond Hill. “Per favore, dacci qualcosa che abbiamo chiesto, come una metropolitana,” ha detto Liu. Le comunità che hanno già legalizzato la marijuana ricreativa hanno un maggiore consumo di cannabis e una maggiore richiesta di risorse di polizia, richieste di esecuzione, codice penale e reati di traffico stradale, ha detto. Lo studio ha anche dimostrato che la legalizzazione non eliminerà la prevalenza della criminalità organizzata nella produzione, distribuzione e vendita di cannabis e costerà in media $ 6.7 milioni all’anno per i prossimi tre anni su attrezzature di prova su strada, ufficiali di prima linea, formazione supplementare e altro , ha dichiarato Spatafora. 


Related Articles

Canada: Trudeau in lacrime si scusa con i gay licenziati da uffici statali. Indennizzo fino a 100 mln di dollari

È un giorno storico per la comunità Lgbt canadese. Con le lacrime agli occhi, il primo ministro Justin Trudeau ha

TTC ha testato con successo i treni di metropolitana automatizzati

Il conducente della metropolitana TTC Gus Tzirivilas è stato ai controlli del treno venerdì nella stazione della metropolitana di Sheppard West.Ha

TTC Line apertura 1 Extension , Pioneer Village, Highway 407 e Stazioni Metropolitane di Vaughan, sabato 28 ottobre 2017

La commissione di transito di Toronto (TTC) invita il pubblico ad anteprima delle tre stazioni della metropolitana più esteso sull’estensione